Comunicazioni

Siamo in grado di consigliarti la soluzione migliore per soddisfare le tue esigenze.

Finanziamento a tasso zero?

finanziamento a tasso zero

Oggi non è più un problema!

Grazie alla collaborazione con Pro Family possiamo offrire un finanziamento a Tasso Zero fino a 12 Mesi

Detrazione fiscale

detrazione fiscale

La Legge di Stabilità 2016 (legge n. 208 del 28 dicembre 2015) ha prorogato fino al 31 dicembre 2016 le detrazioni fiscali già in corso.

Detrazione fiscale del 65% dall’IRPEF o dall’IRES, ripartita in 10 anni su una spesa massima di 100.000€, per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici privati e dei condomini;

Detrazione fiscale del 50% sulle spese di ristrutturazione edilizia che non contemplano il risparmio energetico per un importo massimo di 96.000€ ammesso al beneficio per unità immobiliare;

Il  Bonus Mobili, cioè la detrazione del 50% su una spesa massima di 10mila euro per l’acquisto di mobili.

FACCIAMO UN PO’ DI CHIAREZZA

Eco Bonus con detrazione fiscale del 65%

Possono usufruire dello sgravio tutti i contribuenti che sostengono le spese per gli interventi su edifici esistenti fino al 31 dicembre 2016. La detrazione può essere richiesta da enti pubblici e privati, dai condomini per i lavori sulle parti comuni, dagli inquilini oppure da chi detiene l’immobile in comodato d’uso e dai familiari che convivono con il possessore e ne sostengono le spese.

Alcuni degli interventi ammissibili riguardano:

  • il miglioramento termico dell’edificio (come ad esempio la sostituzione delle vecchie finestre con finestre di nuova generazione che rispettino i valori termici dettati dalle rispettive zone climatiche)
  • la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento;
  • l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda;
  • la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernali;

 

Ristrutturazione Edilizia con detrazione fiscale del 50%

Sono beneficiari della detrazione tutti i contribuenti assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche. L’agevolazione spetta sia ai proprietari degli immobili che ai titolari di diritti reali o personali di godimento sugli immobili oggetto degli interventi.

Alcuni degli interventi ammissibili possono riguardare:

  • la manutenzione straordinaria;
  • la ricostruzione o il ripristino dell’immobile danneggiato da eventi calamitosi;
  • la realizzazione di autorimesse;
  • gli interventi finalizzati a prevenire il rischio di compimento di atti illeciti da parte di terzi, oppure finalizzati al contenimento dell’inquinamento acustico;

NB: Gli interventi di manutenzione ordinaria sono ammessi all’agevolazione solo quando riguardano le parti comuni. La detrazione spetterà ad ogni condomino in base alla quota millesimale.

 

Bonus Mobili con detrazione fiscale del 50%

I contribuenti che fruiscono della detrazione per interventi di recupero del patrimonio edilizio possono fruire di un’ulteriore riduzione d’imposta per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe energetica non inferiore alla A+ (A per i forni), per le apparecchiature per le quali sia prevista l’etichetta energetica, finalizzati all’arredo di immobili oggetto di ristrutturazione. La detrazione, che va ripartita tra gli aventi diritto in dieci quote annuali di pari importo, spetta sulle spese sostenute dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2016 ed è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 10.000 euro.

Il contribuente che esegue lavori di ristrutturazione su più unità immobiliari avrà diritto al beneficio più volte. L’importo massimo di 10.000 euro va, infatti, riferito a ciascuna unità abitativa oggetto di ristrutturazione.

Quali beni

La detrazione spetta per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2016 per l’acquisto di:

  • mobili nuovi
  • grandi elettrodomestici nuovi di classe energetica non inferiore alla A+, (A per i forni), per le apparecchiature per le quali sia prevista l’etichetta energetica.

A titolo esemplificativo, rientrano tra i mobili agevolabili letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, nonché i materassi e gli apparecchi di illuminazione che costituiscono un necessario completamento dell’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione.

 

Per ulteriore chiarezza ed approfondimento sull’argomento “detrazione fiscale 2016” vi consigliamo di visitare la pagina web dell’Agenzia Delle Entrate dove potrete conoscere tutti i dettagli a riguardo.

 

http://www.agenziaentrate.gov.it/

Share by: